Il pranzo della domenica

Optiamo per un pranzo veloce. Sarà perché i bambini hanno impegni inderogabili nel pomeriggio, o sarà perché ci ricordiamo ancora della cucina stracolma del periodo pasquale, che ci manca la voglia e preferiamo preparare qualcosa di buono ma veloce, velocissimo, quasi pronto.

Gattò di patate con salsina

Il gattò e una ricetta antica e napoletana. Buono e ricco come i piatti della tradizione sanno sempre essere. Le patate ricche di potassio, il formaggio ricco di calcio, sono un mix ideale per un pre-prestazione sportiva dei piccoli atleti, un dovuto sostegno ai papà che faranno un tifo sfrenato e un supporto per le mamme che vogliono “far presto”. Detto tra noi è anche un buon “svuota frigorifero”, scusate il termine poco elegante, ma è in effetti un buon espediente per riciclare l’avanzo degli affettati, che possono unirsi alla mozzarella nella farcitura, o per riciclare i formaggi a pasta morbida.

Per 6 persone

8 dl di latte
2 buste di preparato per purè in fiocchi
2 uova
50 g di pecorino grattugiato
50 g di parmigiano grattugiato
Sale e pepe
Pangrattato 200 g di scamorza o mozzarella

Portiamo ad ebollizione 8 dl di latte in una casseruola e spegniamo il fuoco appena il latte inizia a fremere. Versiamo a pioggia 2 buste di preparato per purè di patate in fiocchi(sono circa 150g), mescolando. Lasciamo intiepidire e incorporiamo 2 uova uno alla volta, il burro e i formaggi. Saliamo, pepiamo e mescoliamo per un minuto. Imburriamo uno stampo, possibilmente a cerniera di 22 cm di diametro e spolverizziamolo con del pan grattato. Versiamo metà del composto, lo livelliamo e lo ricopriamo con la mozzarella(sgocciolata e asciugata) o la scamorza tagliata a fettine sottili. Uniamo il resto del composto fino a coprire e livelliamo con il dorso del cucchiaio inumidito leggermente. Spolverizziamo con due cucchiai di pane grattato e qualche fiocchetto di burro. Cuociamo nel forno già caldo per 20 minuti, fino a che non si formerà una bella crosticina.

Nel frattempo prepariamo la salsina. Rosoliamo uno spicchio di aglio spellato e tritato in un padellino con 3 cucchiai di olio d’oliva. Uniamo 4 filetti di acciuga sott’olio e cuociamoli per qualche istante, spezzettandoli con una forchetta. Incorporiamo 1 cucchiaio raso di prezzemolo surgelato. Sformiamo il gattò su un piatto e serviamo con la salsina a parte. Ottimo anche il giorno dopo, se riscaldato.

Se desideriamo accorciare ulteriormente i tempi, possiamo usare della salsa verde già pronta in vasetto o del pesto già pronto, o ancora, perché no, della salsa pomodoro e basilico.

Salmone in barca

Un insalatona insolita, presentata in versione monoporzione. Proteine e verdura: ottimo! Variate a vostro piacere gli ingredienti, perché potete sostituire il salmone con del pesce spada, del tonno, e potete fare le barche con pasta sfoglia o briseè.

Per 6 persone

3 cespi di indivia belga
6 ravanelli piccoli
6 foglie di insalata riccia
1 mela pink lady
1 limone
1 cuore di sedano bianco con le foglie
200 g di salmone affumicato
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 cucchiaio di maionese o yogurt greco
Sale e pepe bianco

Puliamo l’indivia con un coltellino. Stacchiamo le foglie più grandi da ciascun cespo, evitando di romperle o perderemo le barche. Laviamole e asciughiamole delicatamente, mettiamole in un piatto o un vassoio e teniamole in frigorifero coperte con carta da cucina. Prepariamo la vinaigrette: mettiamo in un barattolo ermetico la maionese o lo yogurt, l’aceto, l’olio, il sale e il pepe. Chiudiamo il barattolo ed emulsioniamo sbattendo ben bene. Puliamo l’insalata riccia, peliamo e tagliamo la mela a tocchetti e irroriamola con il succo del limone per evitare che annerisca, laviamo e puliamo i ravanelli togliendo le radicchiette e li tagliamo a fettine sottili. Laviamo il sedano e lo tritiamo grossolanamente. Poi tagliamo il salmone a listarelle e riuniamo tutti gli ingredienti in un insalatiera. Versiamo la vinaigrette, mescoliamo molto bene e riempiamo le foglie di indivia con l’insalata, dopo averle sistemate su un largo piatto. Possiamo servirle a piacere con un filo di olio e del pepe.

Talmente veloce che vi viene voglia di preparare un dolce per la merenda. Che fame tornati dalla partita!

Sicuramente la Pasqua ci ha lasciato colombe, cioccolato….bambini avete aperto l’uovo e poi l’avete lasciato alle mamme ? La colomba ha i canditi, e i canditi non vi piacciono? Allora la mamma che non vuole abbuffarsi di cioccolato e finire la colomba, ha una bella idea e scoprirete che i canditi sono meravigliosi!

Tiramisù leggero di colomba e cioccolato

Cioccolato? Colomba?….tutti e due.

4/5 fette di colomba spesse 1 centimetro
100 g di cioccolato fondente o al latte dell’uovo
500 g di ricotta
125 g di zucchero a velo
Una tazza grande di caffe d’orzo

Sistemiamo le fette di colomba in una pirofila. Prepariamo il caffe d’orzo e zuccheriamolo leggermente, poi con l’aiuto di un cucchiaio lo distribuiamo sulle fette di colomba fino a inzupparle ben bene. Teniamo da parte. Spezzettiamo il cioccolato con l’aiuto di un sacchetto robusto e del batticarne, mescoliamo bene la ricotta con lo zucchero a velo per almeno dieci minuti, aiutandoci con un frustino elettrico e aggiungiamo alla crema il cioccolato spezzettato. Versiamo la crema sulla colomba e mettiamo in frigorifero, fino al momento del rientro. E’ vietato chiederne prima.

Felice giornata a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...