Il buon bere

 

 

Bere molto quando fa caldo e’ importantissimo per la salute di grandi e piccoli, se infatti l’acqua corporea scende del 2-3% rispetto alla quantità necessaria, accusiamo immediatamente una sensazione di fatica e in presenza di forte disidratazione si rischia davvero la vita. Il caldo favorisce la perdita dei liquidi, liquidi che vanno reintrodotti, per riportare ai livelli corretti acqua e sali. Scegliere di bere tanto e bere bene, significa andare contro alle esigenze del nostro organismo nella maniera migliore. Vediamo caso per caso le alternative per placare l’arsura alle quali io darò un voto da 1 a 10, così che risulterà immediato scegliere quella ottimale.

Acqua: la migliore 10/10

E’ perfetta! Non dà calorie, disseta, idrata, reintegra i sali. Spesso la scelta delle acque minerali o delle acque del rubinetto è solo una questione di gusto. Dove l’acqua del rubinetto è fresca e controllata non ci sono motivi per evitarne il consumo. In estate è meglio orientarsi su acque minerali ricche di sali( residuo fisso attorno a 500mg). L’acqua gassata non fa male, va detto che tende a dissetare maggiormente per l’effetto anestetico che il gas esercita sulle mucose del palato. Approfittiamo dell’Estate per imparare a bere molta acqua , noteremo subito i benefici e proseguiremo.

Acqua aromatizzata 9/10

Va fatta una considerazione: l’unica pecca della sana acqua è il gusto, infatti esce sconfitta nei confronti delle cosidette acque aromatizzate: thè, infusi alle erbe, cocktail analcolici. Dopo aver accertato l’assenza di zucchero, possiamo sostituirle all’acqua. Il sapore delicato e il colore invitante sono una buona alternativa.

Latte 7/10

Anch’esso è un liquido. A parte i principi nutritivi senza eguali, è dissetante. Ma va ben dosato perché: 1 litro di latte dà 640 calorie e fornisce più o meno i grassi e le proteine di una fetta di carne. Inoltre non si può considerare un alimento liquido se pensiamo, che una volta ingerito, innesca gli stessi meccanismi digestivi che usiamo per digerire cibi solidi. Quindi ottimo un bel bicchiere di latte come spuntino, mai durante i pasti, perché non è un modo per togliere la sete.

Tè freddo 5/10

Molto di moda, piace tantissimo ai giovani. Ma basta leggere l’etichetta per capire che di vero tè ce n’è molto poco. Il più delle volte si parla di estratto di tè, bevanda al tè. Le aggiunte sono: coloranti, acido citrico e tanto, troppo zucchero. Molto meglio allora fare del buon tè in casa, scegliendo tra le varie tipologie di deteinati e aggiungendo pochissimo zucchero. Il voto cambia: 8/10.

Vitaminizzate 4/10

Nate sull’onda dei benefici dell’integrazione alimentare, integratori idrosalini e bevande multivitaminiche fanno molto”sportivissimo”. Conosco persone che si allenano da pazzi bevendo solo acqua e altre che fanno 20 minuti di palestra e bevono 3 bottiglie di idrosalino. Attenzione: nemmeno Nadal lo fa. Se l’eccesso di vitamine tipo la C e le altre idrosolubili vengono eliminate con le urine, le liposolubili si accumulano nell’organismo e creano danni, mentre l’eccesso di sali mette i reni e il cuore sottosforzo ulteriore. Il modo migliore per integrare vitamine e sali è quello di mangiare frutta e verdura, senza ricorrere a integrazioni, che è molto difficile tenere sotto controllo.

Bevande alcoliche 0/10

Non sarebbero nemmeno da considerare, ma le menziono perché molti pensano che vino e birra dissetino. Allora: oltre a far perdere la prontezza di riflessi, forniscono molte calorie, che vanno a finire tutte sulle cosidette”maniglie”, sia per gli uomini che per le donne. Inoltre alzano la temperatura corporea e stimolano la sudorazione, facendo inevitabilmente aumentare la sensazione di sete. Last but not least: per digerire 1 bicchiere di vino servono 100 ml di acqua, che viene tolta dal nostro patrimonio corporeo di liquidi. In pratica, lo ripeto, la sete aumenta anziché diminuire.

Succhi e centrifugati di frutta 8/10

L’ideona dell’estate potrebbe essere, se non l’avete già fatto, l’acquisto di una centrifuga. Infatti per deliziare il nostro gusto è buona norma alternare all’acqua, succhi di frutta, spremute e centrifugati, ricchi di vitamine e di una modesta quantità di zucchero fruttosio, che permette di mantenere la giusta carica di energia. Scegliamo frutta di colore diverso, alterniamola o uniamola: arancio=vitA, rossa= vitC, verde=vitE. Ottimo sarebbe berli leggermente tiepidi, perché dissetano di più, freddi vanno comunque bene, ma mai ghiacciati. Meravigliosi per i nostri piccolini, parlo dei piccoli durante lo svezzamento. Se avete scelto di iniziare più tardi possibile l’introduzione di alimenti solidi, provate comunque ad offrire qualche cucchiaino di centrifugato di frutta: ottimo!

Centrifugati di verdura 9/10

Non sono molto diffusi, capisco che sono impegnativi dal punto di vista del gusto. Ma sono un vero toccasana per integrare Sali e vitamine e se andiamo per gradi, ce la facciamo. Io stessa ho inziato dalla carota, poi sono passata al sedano, alla zucchina, al cetriolo e infine peperone. Ottimo l’abbinamento frutta e verdura. Il succo di pomodoro che era un must degli anni 70, ora è un elegante vintage, anche al bar.

Raccomando per quanto riguarda i centrifugati e i succhi fai da te, di consumarli all’istante, o le vitamine si disperderanno per effetto della luce e dell’aria. Se non possiamo consumarli subito, conserviamoli in frigorifero, in un contenitore chiuso e opaco.

Un grazie a chi mi leggerà e buona giornata.

Annunci

One thought on “Il buon bere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...