FRITTELLE, CARAMELLE E UN’IDEA IN PIU’

A Carnevale ogni fritto vale, tanto poi arriva la Quaresima e faremo dei brodini.  Friggiamo! con le finestre aperte e la neve che scende, magnifico!…poi faremo le pulizie di Primavera.  Che frittelle siano! Piene, vuote, lievitate, bianche o nere( mai viste frittelle nere?) gonfie, piatte, colorate. Se non vogliamo friggere abbiamo delle risorse: caramelle e un’idea in più.  Buon Lunedì.

due imnpasti

Frittelle con l’ananas e le nocciole

250 g di farina autolievitante, o farina 00 e ½ bustina di lievito

50 g di zucchero semolato

45 g di olio di semi

2 uova

1 cucchiaio di maraschino

150 g circa di ananas o fresco o sciroppato, molto ben asciutto

110 g di latte

1 pizzico di sale

70 g di nocciole tritate grossolanamente

Estratto di vaniglia, 4/5 gocce

Olio di semi di arachide per friggere

Mescoliamo le uova con lo zucchero, aggiungiamo l’olio, il sale, il latte, le gocce di vaniglia e il maraschino.  Incorporiamo la farina (setacciamola con il lievito se non è autolievitante) e per ultime le nocciole, dovremo ottenere una massa di media densità.  Mescoliamo bene e mettiamo in frigorifero coperto per mezz’ora.  Scaldiamo abbondante olio e con l’aiuto di due cucchiai facciamo cadere l’impasto nell’olio.  Friggiamo rigirandole fino a doratura.  Scoliamole sulla gratella ricoperta di carta per fritti e rotoliamole nello zucchero semolato.

Frittelle nere con arancia candita e noci

Una variante nell’impasto data dalla presenza del cacao, permette di avere delle insolite frittelle nere e profumatissime.  L’impasto deve essere molto freddo e l’olio ancora più abbondante, perché la presenza del cacao rende la cottura delle frittelle leggermente più delicata.

200 g di farina

½ bustina di lievito

50 g di zucchero

30 g di cacao

1 pizzico di sale

2 uova

2 cucchiai di olio di semi

70 g di arancia candita

70 g di noci

1 cucchiaio di brandy o cognac

Tritiamo sottilmente i canditi e le noci a granella.  Mescoliamo le uova allo zucchero con una frusta, aggiungiamo l’olio, il liquore  la farina setacciata con il cacao e il lievito; per ultimi inseriamo i canditi e la frutta secca.  Mettiamo in frigorifero l’impasto; possiamo lasciarlo per molte ore, più freddo è meglio è.  Scaldiamo abbondante olio e friggiamo le frittelle poche per volta, versandole nell’olio con l’aiuto di due cucchiai. Cerchiamo di fare delle frittelle non più grosse di una noce le cuociamo circa 2 minuti per lato, rigirandole con una forchetta.  Controlliamo che l’olio non salga di temperatura (per fare i fritti sarebbe meglio essere dotati di un termometro).  Le scoliamo su carta per fritti e le passiamo nello zucchero a velo, che potremo mescolare a della cannella se le vogliamo ancora più profumate.

E per l’idea in piu…

Abbiamo a disposizione due impasti.  Se non vi piacciono i fritti, se non vi piace friggere, se l’olio si è bruciato o è finito e l’impasto è avanzato, possiamo fare piccole torte in stampini di alluminio monoporzione o dei “muffini” molto gradevoli all’occhio e al palato, alternando impasto chiaro a impasto scuro.  Mettiamo tutti i dolcetti in un piatto con le frittelle, un po’ di stelle filanti e il nostro Carnevale personale sarà perfetto.  Possiamo raddoppiare le dosi degli impasti e conservare l’impasto avanzato in frigorifero, dura per due giorni, ben coperto.

Frittelle o caramelle?

Niente frittelle? meglio le caramelle? Ecco una ricetta facilissima per stupire grandi e piccoli e le caramelle fatte in casa diventeranno un must; procuratevi della carte crespa o velina colorata per incartarle.

Caramelle mou al cioccolato

caramelle

200 g di cioccolato fondente

120 g di zucchero semolato

30 g di burro

4 tuorli

Cuociamo lo zucchero assieme ad un cucchiaio di acqua, deve bollire e colorarsi di giallo (se avete un termometro la temperatura sarà di 112°C), versiamola a filo sui tuorli raccolti in unj bagnomaria caldo, tenuto sul fuoco al minimo, e iniziamo a lavorare il composto con il frustino elettrico.  Proseguiamo nella lavorazione, sempre a bagnomaria, finchè non otterremo una massa chiara, spumosa, alla quale andrà incorporato il burro fuso.  Utilizzando un cucchiaio di legno, amalgamiamo bene anche il cioccolato a scaglie e continuiamo a mescolare fino a che il cioccolato non si sarà sciolto e il composto risulterà molto denso, quasi solido.  Trasferiamolo allora su un piano di marmo e stendiamolo con il mattarello, cercando di regolarlo ad un altezza di circa 1,5 cm.  Sistemiamo la massa di cioccolato su un foglio di carta da forno, lo chiudiamo e lo mettiamo a raffreddare per circa 2 ore.  Quindi lo tagliamo a cubotti regolari.  Si possono conservare per alcuni giorni, se coperti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...