Il pane con i ciccioli, dal diario di una vera cuoca

Non è, mie cari, una nuova conoscenza. Abbiamo già avuto modo di verificare la sua maestria attraverso una focaccia della tradizione lumezzanese: la fongada di S. Bernardo. Ritorna ora con un’altra ricetta della tradizione, ma italiana in questo caso: il pane con i ciccioli. Oggi, Mamma che buono!, ospita il Blog di Nadia Gnali , raro e forse unico blog lumezzanese di cucina. Ne sono felice. Ho conosciuto Nadia poco dopo la nascita del mio blog, quando mi ha contattato per complimentarsi del libro e palesarmi il suo bel contesto culinario. E’ nato un affettuoso scambio di idee e consigli, quello che solitamente nasce tra chi condivide la stessa passione. Il Blog di Nadia Gnali è pieno di cose buone, di ricette di casa e non solo, donate con cuore generoso e provate dalle sue mani esperte.

Dice di lei-sono nata di Mercoledì, che è giorno di mercato a Piatucco-, lo dice quasi a voler sottilineare quello che poi avrebbe fatto in futuro: la brava commerciante.  Infatti ha un passato di pasticcera, ed ecco spiegato il suo “affetto” particolare per i dolci. Chi non si ricorda la sua torta delle rose, così come quella della nonna, la bignolata nel cestino di croccante o le crostate profumate? In seguito, ha la possibiltà di dimostrare le sue virtù sul campo vero della cucina: un ristorante in terra straniera, esattamente nella Repubblica Dominicana. Torna in Italia per una nostalgia feroce, e anche questo non può che renderle onore. Dal suo diario di cucina, frutto di un illustre passato e di una passione che non finisce, ci regala un’anteprima, completanente inedita,-non l’ho ancora pubblicata, è quella che facevo per miei clienti-mi ha rivelato. Grande Nadia! difficile trovare tanta spontaneità: teniamo stretti i segreti delle preparazioni  come i bambini non mollano il giocattolo…invece tu, Nadia, divulghi,  con le tue mani e con il tuo cuore.

Il pane con i ciccioli di maiale

pane con i ciccioli

1 Kg. Farina bianca 00
( se si vuole 500 g di farina manitoba e 500 gr. normale o integrale)
Acqua quanto basta
50 gr. lievito di birra
20 gr. sale fino
300 gr. zucchero semolato
200 gr. di ciccioli pre-fritti

Zucchero semolato e latte per decorare

Preparare il lievitino con 5/6 cucchiaio di farina, il lievito di birra sbriciolato e 2 bicchieri di acqua, poi lasciarlo lievitare finche non raddoppia di volume.
Quindi unire il resto della farina, lo zucchero , il sale e i ciccioli e l’acqua rimanente fino ad ottenere un impasto corposo ma malleabile(la quantità totale di acqua dovrebbe essere 500 g, usando manitoba potrebbe essere di più).
Dividere l’impasto in pezzi da 100 g l’uno, e arrotolare tra pollice e indice per dare forma rotonda e liscia. Mettere nelle teglie e lasciare lievitare coperti fino al raddoppio del volume. Prima di infornare fare il classico taglio a croce e pennellarli con un po’ di latte per lucidarli, poi spolverizzare con zucchero semolato.
Infornare a 180 per 25 minuti circa. Dopo averli tolti dal forno, raffreddarli sulla gratella.

Grazie Nadia per la tua ricetta e alla prossima.

Annunci

2 thoughts on “Il pane con i ciccioli, dal diario di una vera cuoca

  1. grazie Rosita, sempre gentilissima, se ti servono altre dritte
    chiedi che condividiamo
    e che buon pane con le grepole o ciccoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...