L’umiltà del fagiolo

Accade anche agli amori che paiono eterni, anche alle amicizie più inossidabili, di subire dei colpi d’arresto, di accusare incrinature , per quei casi fortuiti o meno della vita che siamo soliti definire malintesi. I “se” precedono i “ma”, mentre il tempo passa e tutte le più degne intenzioni  annegano nel mare tempestoso dei dubbi. Aspettando chi dei due farà il primo passo, le piccole crepe si infittiscono, tutto si sgretola sotto il peso del non detto, o della grave leggerezza di poche parole inopportune, che servono solo ad erigere barriere insormontabili. Scuri si fanno i pensieri, opachi come paludi, e i gesti si ripetono meccanici e distaccati: la fortezza inespugnabile diventa un castello di carte.
Vivevano felici e contenti, ma… c’era una volta. Fine della storia.
Che peccato. Che gran peccato. Pensare che sarebbe bastata una piccola scatola. Bianca, lucida, da bomboniera, colma di…fagioli.
Nel dizionario delle verdure siamo arrivati alla effe. Effe come fagiolo, fagiolo come simbolo dell’umiltà, di fronte alla quale cade ogni baluardo. Il fagiolo era snobbato, lo chiamavano il pane dei poveri, ora è considerato un ottimo alimento. L’umiltà è l’insostituibile nutrimento degli affetti, è generosa e progressista, è tipica di chi si vuole mettere in discussione. Il torto o la ragione poco hanno a che fare con l’amore o l’amicizia: non c’è niente da contendere, non sono ragioni di stato o materia di diplomazia, sono ragioni del cuore, che, di ragioni, conosce solo le sue. Basta fare un passo, poche parole ” ti chiedo umilmente scusa”, e una piccola scatola bianca…questo, per riprendere la strada insieme.
Concludo con una doverosa  precisazione:  non si confonda l’umiltà con la modestia, così come non s’abbiano a  confondere i fagioli  con le fave.

Fagioli rossi piccantini con uovo barzotto

fagioli

per 4 persone

occorrenti: colino,  pentolino, padella

tempo di preparazione 15 minuti

Ingredienti:  4 uova, 500 g di fagioli rossi in scatola, 5 cucchiai di olio di oliva, 1 spicchio di aglio, 1 cipolla, 1 carota, 1 gambo di sedano 1 peperoncino piccante, sale, prezzemolo fresco tritato

Portiamo a bollore dell’acqua leggermente salata, inseriamo delicatamente le uova e cuociamo per 5 minuti, poi raffreddiamo in acqua fredda e mettiamo da parte. Puliamo e tagliamo le verdure, il peperoncino a  rondelle, sbucciamo l’aglio e lo schiacciamo con il palmo della mano. Versiamo in una padella 5 cucchiai di olio di oliva, rosoliamo l’aglio e il peperoncino e aggiungiamo le verdure, saltiamo brevemente e uniamo i fagioli scolati e risciacquati. Portiamo a cottura per 5 minuti mescolando spesso e regoliamo di sale. Per servire: adagiamo nei piatti i fagioli, e sistemiamo sopra le uova tagliate a metà . Saliamo leggermente il tuorlo, guarniamo con  prezzemolo fresco o  timo e un filo di olio di oliva extravergine.

Pasta integrale con gamberi e fave

pasta integrale con gamberi e fave

Per 4 persone

occorrenti: 2 padelle, pentola, tagliere, colino

tempo di preparazione 20 minuti

ingredienti: 150 g di fave prelessate, 400 g di gamberi o gamberetti(ottimi anche quelli surgelati), 150 g di pomodori datterini, 1 spicchio di aglio, 1 peperoncino, 3+2 cucchiai di olio di oliva, 320 g di spaghetti integrali

Sciacquiamo i gamberi sotto l’acqua fredda e li puliamo staccando prima la testa poi il carapace e l’intestino. Laviamo e tagliamo i datterini a metà. In una padella rosoliamo l’aglio con tre cucchiai di olio di oliva e aggiungiamo i pomodorini, li saltiamo per  circa 2  minuti, poi regoliamo di sale, mescoliamo, e aggiungiamo le fave. Cuociamo per circa 3 minuti, mescoliamo, regoliamo di sale e pepe e teniamo da parte. In un altra padella, scaldiamo 2 cucchiai di olio assieme al peperoncino tagliato a rondelle, versiamo i gamberi  e li saltiamo per non più di 2 minuti; sfumiamo con del vino bianco e qualche goccia di limone; solitamente non è necessario salarli.  Lessiamo la pasta, e  momento di colarla teniamo da parte un bicchiere abbondante di acqua di cottura. La scoliamo 1 minuto prima del termine  la saltiamo con le fave e i pomodorini e acqua di cottura, uniamo  i gamberi saltiamo e serviamo ben caldo.

Buona giornata, e sempre grazie di leggermi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...