Come fare il gelato e altre “ghiacce” delizie

Mamma,che buono!

Molti aspetti ci rendono umanamente simili e oggi ne ricordo uno in particolare. Siamo in Estate, il romantico solstizio ce l’ha ufficializzato. Tra breve avranno inizio le meritate ferie. Giunti nei nostri luoghi agognati, dopo aver preso visione degli spazi e impattato coi modi bruschi o meno di chi ci ha accolti, avremo un grande, condiviso  desiderio, una comune via maestra da percorrere: quella verso la gelateria. Mari laghi monti fiumi, boschi valli spiagge; cinque quattro tre due una stelle; un mese una settimana un giorno una passeggiata, ci balena la stessa idea: mangiamo un gelato? tutti d’accordo, grandi e piccini; il gelato piace a tutti e ci porta a vibrare all’unisono. Da qui, o meglio dire da lì, si formeranno pluralistiche e divergenti correnti di pensiero: quella dei vellutati e carezzevoli gelati “pannosi”, quella dei magri e sportivi gelati di frutta o sorbetti, e infine la corrente del ghiaccio estremo: quella dei seguaci della granita o del ghiacciolo. Che poi, quasi obtorto collo, irretiti dai colori entusiasmanti, dalle variegate consistenze, dalla canicola…

View original post 636 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...