La ratatouille

ratatouille

“Perché la chiamano così?” “Cosa?” “La ratatouille…se dai un nome a un piatto dovrebbe essere allettante. Ratatouille non è affatto allettante, sembra un mistruglio fra ratto e intruglio…”  ( dal film Ratatouille )

C’era una volta un grande cuoco che voleva diventare un topo…No, forse era il contrario.C’era una volta un topo che voleva diventare un cuoco…così va meglio.
Era un cuoco, ops!…un topo di campagna, che amava molto la sua vita campagnola, ma avendo aspirazioni che andavano al di là dell’essere un cuoco -eh dai! un topo- si convinse a trasferirsi, si nascose nel berretto di uno sguattero e insieme spaccarono il mondo.
Lui gli tirava i capelli guidandolo nella preparazione di piatti spettacolari e la loro unione, chiamiamola di testa, fu vincente. Chiamiamola, dico, perché fu invece e soprattutto un unione di cuori che lavoravano insieme creando il meglio anche in cucina; il desiderio di imparare che diventa un tutt’uno con l’amore per i sapori e i profumi.
E adesso posso definirmi come quel topo sulla testa di chi lo desidera. Prometto di non esagerare nel tirare i capelli, esagererò bensì nel dire che la ratatouille, non è un “mistruglio” tra ratto e intruglio, ma la preparazione degna di un grande topo. Topo?, Oh, pardon, di un grande cuoco. Buon gusto!

Ingredienti: 2 cipolle rosse,1 spicchio di aglio, 6 cucchiai di olio di oliva, 2 melanzane, 2 zucchine,1 peperone giallo,1 peperone rosso, 1/2 di kg di pomodori ramati, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, brodo vegetale a piacere, sale, 1 rametto di rosmarino o basilico, un pizzico di zucchero
Occorrenti: coltello, tagliere, padella alta o wok, setaccio a mano
Tempo di preparazione: 50 minuti

Spellate i pomodori tagliateli e setacciateli, così da ricavarne la polpa. Tagliate le zucchine a cubetti, tagliate le melanzana a metà e scavatene l’interno( userete la polpa per un’altra preparazione). Eliminate i peperoni delle parti bianche, tagliateli a falde e lavateli per eliminare totalmente i semi. Spellate l’aglio e tagliate le cipolla a rondelle. Scaldate 3 cucchiai di olio in una padella e rosolatevi le cipolle, unite quindi la polpa dei pomodori e l’estratto di pomodoro (sciolto in poco brodo vegetale) e infine i peperoni. Regolate di sale, mescolate e portate a cottura per 10 minuti.
In un’altra padella scaldate l’olio rimanente e soffriggete l’aglio, aggiungete le melanzana, mescolate e poi aggiungete le zucchine. Regolate di sale e portate a cottura per 10 minuti. Unite le due preparazioni, unite gli aromi un pizzico di zucchero.  Cuocere scoperto al minimo ancora per 20 minuti o fino a quando tutte le verdure diventano morbide, unendo altro brodo vegetale se si dovesse restringere il sugo di cottura. A piacere potete unire due carote. La ratatouille si conserva per 3 giorni coperta in frigorifero ed è ancora più buona man mano che passa il tempo.
Questo è un piatto tipico della cucina francese, che annovera tra i suoi ingredienti due verdure che i piccoli raramente mangiano volentieri: la melanzana e il peperone.  Al giorno d’oggi siamo avvantaggiati perchè possiamo associare questo piatto al simpatico ratto Remy che, da topo della campagna provenzale, va a Parigi e  diventa uno chef prestigioso.  Non è necessario che i bambini ne vadano pazzi, ma se proviamo a proporgliele …

Buona giornata a tutti!

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...