Risotto con riduzione di birra scura

Ci sono gli amici. E poi ci sono  gli “amici della birra”, quelli che le regalano un significato che va al di là del semplice buon bere.  E sicuramente è stato uno tra questi colui il quale ha scritto, su un muro sgraffignato che da Gussago porta verso la Mandolossa: Dio ci salva anche un po’ la birra però.  Tutto vero. Non fotografato, ma vero; e chi abitasse da quelle parti può testimoniare.  Il nostro amico della birra diffonde un chiaro messaggio: non è che Dio può sempre stare lì a controllarti, per cui ci ha regalato tutte quelle buone cose che possono sostituirlo nel momento topico. Proprio come la mamma, quando dice al suo bimbetto: gioca un po’ per conto con i tuoi giochi, adesso, che ho da fare.
Per quanto mi riguarda devo ad un “amico della birra” la mia prima e unica “storta”. Non potei lasciare nulla di scritto sui muri, soprattutto perché mi trovavo su un lungo pontile. Nemmeno ricordo se ho scritto “t’amo” sulla sabbia, in ogni caso non ci sono testimoni.  Non fu una storta seguita da visioni mistico-estatiche o boutade  ma, piuttosto, piena di nostalgia. Se in birra veritas è probabile che stessi vivendo tristezze. Ad ogni buon conto l’amico della birra, la gioventù, il mare, seppero consolarmi.

Devo a un vero amico la ricetta di questo risotto, che mi farebbe venir voglia di prolungare la scritta di Gussago, se non fosse che non scrivo sui muri. Buona preparazione!

risotto con riduzione di birra scura
Per 2 persone

Riduzione di birra scura:
3 dl di birra, 1 cucchiaio raso di zucchero muscovado, 1 buona presa di sale.
Unire sale e zucchero alla birra scura, porre sul fuoco e lasciare ridurre fino ad ottenere una consistenza sciropposa.
Risotto: 120 g di riso vialone nano, 3 dl di birra scura, acqua , grani di pepe nero, 1/2 verza piccola, 1/ peperone giallo, 30 g di burro 30 g di grana, 1 cucchiaio di cipolla tritata sottile, brodo vegetale , 80 g di toma.
Lavare la verza e tagliarla sottile. Lavare il peperone, togliere semi e parti bianche, tagliarlo a falde poi a quadrotti. In una casseruola mettere a soffriggere cipolla, peperone e verza in 4 cucchiai di olio d’oliva e proseguire per almeno 3 minuti. Nel frattempo portare a bollore il brodo. Pulire la scorza della toma con carta da cucina e tagliarla a cubetti.
Unire il riso alla verdure tostare e sfumare con poco vino bianco molto secco. versare poi il brodo, ben caldo, poco alla volta. Portare a cottura e regolare di sale. Fuori dal fuoco unire il burro, la toma e il grana. Mantecare e dimenticare per 2 minuti. Servire ben caldo con la riduzione di birra scura.
A tutti gli amici della birra e del risotto una buona e calda giornata!
 
 

 

Annunci

2 thoughts on “Risotto con riduzione di birra scura

  1. Qualche tempo fa sono stata a trovare Teo Musso, il fondatore di Baladin. Mi ha mostrato un po’ delle sue birre, tutte superossidate! La cosa bella e molto particolare è che, oltre al luppolo, Teo usa anche spezie e aromi come scorze d’arancia, mirra, ecc, per arricchire di profumi e sapori le sue birre. Chissà come starebbero bene delle scorze d’arancia, dei chiodi di garofano, della cannella nella riduzione che proponi, Rosita. Tutto in piccole dosi, s’intende! Ti abbraccio! :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...