Dirlo con il cuore

E’ un modo assai originale per farli sentire speciali: creare un dolcetto ad hoc.
E’ un modo molto divertente per l’esecutore e stupefacente per chi riceverà questo pensiero, perché non capita tutti i giorni di sentirsi unici e particolari.
E non è un modo difficoltoso: basta un unico impasto e la vostra fantasia per i cuori; un unico impasto di buona consistenza che li sostenga, affinché non precipitino o si spezzino.
Solo qualche idea per voi, perché so che siete già molto ferrati in fatto di cuori: la fantasia e la voglia incontenibile di dirlo con il cuore già vi appartengono e vi illumineranno.
Buona preparazione!

Muffin cuore nero al rum, per Efrem

muffin con cuore al rum

per circa 12 muffin

Occorrenti: ciotole, spatola, forchetta, porzionatori da ghiaccio, bagnomaria
Ingredienti per l’impasto dei muffin: 300 g di farina, 200 g di zucchero, 100 g di burro, 70 g di cacao, 2 uova, 1 bustina di lievito, 1,5 dl di latte, una presa di sale
Ingredienti per il cuore: 50 g di cioccolato fondente, 25 g di panna, 25 g di zucchero,1 tuorlo, 2 cucchiai di rum
Grado di difficoltà: medio

Preparazione del cuore: montiamo il tuorlo con lo zucchero. Facciamo fondere il cioccolato a bagnomaria, togliamo dal fuoco, lasciamolo intiepidire e aggiungiamolo all’uovo, mescolando fino a che non sarà ben assorbito. Infine inseriamo il rum e la panna. Versiamo il composto in forme da ghiaccio possibilmente rotonde e mettiamo in freezer per almeno 1 ora.
Preparazione dell’impasto per muffin: nella prima ciotola sciogliamo il burro a bagnomaria e aggiungiamo le uova e il latte. Nella seconda ciotola mescoliamo la farina il lievito, il cacao setacciato, lo zucchero e la presa di sale. Quando avremo ottenuto una polvere uniforme, aggiungiamo il composto liquido e mescoliamo con una forchetta per ottenere un amalgama dalla consistenza abbastanza densa. Ungiamo leggermente le impronte dello stampo e inseriamo un cucchiaio di impasto. Estraiamo dal freezer i cuori e li poniamo sullo strato di impasto, coprendo poi con un altro cucchiaio di quest’ultimo. Cuociamo in forno statico a 180°C, placca a metà per 20 minuti.

Muffin cuor di limone, per Laura

muffin cuore di limone

per 12 muffin

Occorrenti: bagnomaria, ciotole, spatola, frustino elettrico, stampo da muffin
Ingredienti per l’impasto: 350 g di farina,100 g di zucchero semolato, una presa di sale 150 g di burro, 2 uova, 1 bustina di lievito, 150 g di latte
Ingredienti per il cuore di limone: il succo di 1 limone +buccia, 60 g di burro, 2 uova, 100 g di zucchero semolato
grado di difficoltà: medio

Preparazione del cuore di limone: prepariamo un bagnomaria. In una ciotola montiamo le uova con lo zucchero, aggiungiamo il succo del limone filtrandolo, e il burro. Scaldiamo fino ad addensare. Versiamo in una ciotola molto fredda, copriamo con della pellicola a contatto e raffreddiamo.

Preparazione dell’impasto: montiamo il burro morbido con lo zucchero, aggiungiamo i tuorli. Copriamo e teniamo da parte. Setacciamo la farina con il lievito e uniamola al composto alterandola al latte. Uniamo infine gli albumi montanti a neve. Ungiamo leggermente le impronte dello stampo da muffin e versiamo un cucchiaio e mezzo di impasto. Inseriamo un cucchiaino abbondante di lemon curd ben freddo e copriamo con un po’ di impasto fino a ricoprire il cuore Cuociamo in forno statico a 180 °C, griglia a metà per 20 minuti. Servire il muffin cosparso di zucchero a velo mescolato a cannella.

Muffin al cuor di biscotto, per Maila

muffin cuore di biscotto

per circa 12 muffin

Occorrenti: ciotole, spatola, frustino elettrico o impastatrice, o robot da cucina
Ingredienti per il cuore di biscotto: crema di biscotto speculos, oppure 10 biscotti speculos e 20 g di burro
Ingredienti per l’impasto: 125 g di burro, 125 g di zucchero semolato, 1 presa di sale, 2 tuorli + 2 albumi, 250 g di farina, 1/2 bustina di lievito, 1/2 bicchiere di latte
Grado di difficoltà: medio

Preparazione del cuore di biscotto: tritare finemente i biscotti e mescolarli al burro morbido, formare delle palline e raffreddare.

Preparazione dell’impasto: montare il burro morbido con lo zucchero e la presa di sale. Aggiungere uno alla volta i tuorli e continuare a mescolare. Inserire a mano la farina setacciata con il lievito. Per ultimo unire gli albumi montati a neve. Ungere leggermente le impronte per muffin.Versare 1 cucchiaio e mezzo di impasto nelle impronte, aggiungere il cuore di biscotto e coprire altro impasto. Infornare a 180°C placca a metà per 20 minuti. Servire cosparso di zucchero a velo e cacao.

Alcuni chiarimenti: l’impasto ideale per questi dolcetti -nero o bianco non ha importanza- è quello del muffin; indicato anche quello del plum cake. Il cuore può essere costituito da marmellata, frutta o crema. Non è necessario distinguere i dolcetti in cottura, perché vanno serviti tagliati a metà, proprio per sottolinearne la particolarità.

Inoltre – questo non è un chiarimento, ma un atto di volontà- vi prometto miei cari lettori, che farò di tutto per migliorare le fotografie: riconosco di essere negata. I miei tentativi tesi al progredire, sono stati quasi vani. Proverò a metterci il cuore.
Buona giornata a tutti!

Annunci

Forno & fantasia : è la volta delle “altissime”

Facciamo una torta, ma facciamola altissima! Parola d’ordine: se volete torte alte, rimpicciolite le tortiere.  Nella mia esperienza di ricettario umano, credo che una delle  lamentele più frequenti dei miei fruitori sia: le torte non mi vengono mai belle alte…rispondo che se non ci sono problemi di forno, ci sono problemi di stampo.  L’impasto è poco e lo stampo è grande. Per un impasto con 4 uova la tortiera deve avere un diametro di 20/22 centimetri  .  Azzardate un diametro 18 come quello dello stampo turchese allegato al fascicolo 6 di Forno & fantasia  e  farete una torre!

Torta del: come hai fatto a farla?

come hai fatto a farla 1

Questa sarà solo la prima  di molte altre domande che vi faranno, se farete una torta così.  Non avrà difficile risposta.  Molto più difficile sarà fare in modo che credano l’abbiate fatta voi. Una torta avvolta nel cioccolato non è frequente: un interno morbidissimo in un guscio croccante, davvero affascinante.

L’interno

Per la torta di base all’interno potete scegliere di fare un classico pan di spagna, ma se farete un pane degli angeli questo tipo di torta, quando la taglierete, avrà un impatto cromatico paradisiaco, appunto degno di celesti creature, oltre che una morbidezza straordinaria.  Immaginatevi una torta bianca, con una farcitura di candida di panna e meringa…solo un getto di colore dato dai frutti rossi.

Pane degli angeli

La ricetta è contenuta nel fascicolo n° 4 di Forno & fantasia ed è una di quelle torte che prima o poi bisogna assaggiare: delicata nel gusto, soffice al tatto e leggera negli ingredienti.  E’ fatta con i soli albumi, quindi totalmente priva di grassi e solitamente ben si accompagna a creme e frutta in macedonia, proprio per il suo sapore discreto.   Tra l’altro è un ottimo espediente per riutilizzare gli albumi avanzati,  da un tiramisù, da una crema pasticciera o da una frolla.

100 g di farina 00

225 g di zucchero

8 albumi

2 g di cremor tartaro( in vendita nei supermercati)

2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata

½ bacca di vaniglia o qualche goccia(4/5) di estratto di mandorla

Zucchero a velo

Preriscaldiamo il forno a 190°C.  Stacciamo la farina per 3 volte la farina e metà dello zucchero in una terrina.  Questa operazione servirà a dare alla torta la sua leggerezza straordinaria.  In un’altra terrina montiamo a neve gli albumi con il cremor tartaro.  Setacciamo lo zucchero rimasto e lo aggiungiamo agli albumi, continuando a batterli: dovranno diventare lucidi e densi.  Uniamo la scorza di limone, quindi incorporiamo il miscuglio di farina e zucchero, sollevando bene l’impasto con la spatola.  Trasferiamo il composto nello stampo e cuociamo per mezz’ora.  Capovolgiamo lo stampo su una gratella e lasciamo raffreddare.  Al momento di sformarlo, passiamo la lama di un coltello attorno al bordo per staccare il dolce e lo sistemiamo su un piatto.  Lo copriamo con pellicola e lo teniamo da parte.

Per la farcitura

300 g di panna freddissima

3 cestini di frutti di bosco a piacere

2 cucchiai di zucchero semolato

20 piccole meringhe

Montiamo la panna ben sostenuta, aggiungendo lo zucchero semolato quando inizia ad addensarsi.  Teniamone da parte circa 1/3( in frigorifero) e mescoliamo alla panna rimanente i frutti di bosco, lavati e ben asciugati e le meringhe sbriciolate.  Suddividiamo la farcitura fra i vari strati, li sovrapponiamo e ricopriamo tutta la torta con la panna che avevamo tenuto da parte.

Per il guscio di cioccolato

250+50 g di cioccolato fondente

Carta forno

spatola

Matita, righello

Una gratella abbastanza grande

Tagliamo una striscia di carta forno un po’ più alta della torta e lunga ½ cm. in più.  Temperiamo il cioccolato secondo il modo più breve e con l’uso di un termometro a sonda in questo modo:

Sciogliamo 250 g di cioccolato e portiamolo alla temperatura di 50°.  Togliamolo dal fuoco e uniamo 50 g di tavoletta intera.  Mescoliamo fino a che la temperatura non sarà scesa a 32°.  Se dovesse esserci del cioccolato non fuso, lo togliamo con una schiumarola.  Spatoliamo il cioccolato fuso sulla carta forno.  Aspettiamo che inizi ad indurirsi e appoggiamo la striscia lungo il bordo della torta, dal lato pennellato, poi stacchiamo delicatamente la carta.  Possiamo accorciare i tempi di indurimento mettendo la striscia in frigorifero, ma lo strato è molto sottile e il tempo di indurimento sarà abbastanza breve anche a temperatura ambiente.  Se non avete il termometro potete usare del cioccolato non temperato, la differenza è solo esteriore: il cioccolato sarà meno liscio e meno uniforme.  Il cioccolato che rimane potrà essere tenuto da parte e sciolto nuovamente.

In generale: non è facile trovare uno stampo diritto con questa altezza e questo diametro: altezza 18 cm., diametro 18 cm.

stampo

Le torte di questa misura sono ideali da farcire e non pansiate che siano piccole, perchè ciò che viene tolto in larghezza, sarà compensato in altezza.  Ricordo inoltre che nei fascicoli di Forno & fantasia, oltre ai bellissimi stampi in silicone allegati, sono contenute ricette nuove, tradizionali, di dolci dal mondo, e moltissimi, geniali consigli che poche volte mi è capitato di trovare.

Buona giornata!

No Tronchetto? No party!

 

Sono notoriamente colei che per la cena della vigilia di Natale porta il tronchetto. C’è chi inizia a chiedermi la conferma della tipologia del dolce già ad Agosto. Ma quest’anno ho pensato di portare un erbazzone e vediamo… eh sì, perché da ora in poi il tronchetto lo porterete voi.

tronchetto classico

Per 10 persone

Per il biscuit rollé
4 tuorli+5 cucchiai di zucchero semolato
5 albumi+5 cucchiai di zucchero semolato
4 cucchiai di farina auto-lievitante
1 cucchiaio di maizena
½ bacca di vaniglia
4 cucchiai di burro fuso tiepido
Sbattete fino allo sbiancamento i tuorli con lo zucchero e un pizzico di sale, poi tenete da parte. Montate a neve gli albumi con lo zucchero. Unite i due composti. Aggiungete le farine setacciate, poco per volta e alla fine anche il burro a filo per non smontare il composto. Imburrate leggermente la placca del forno e rivestitela con la carta forno. Stendete il composto e livellatelo. Cuocete in forno statico a 220°C, placca a metà, per 8 minuti. Nel frattempo preparate un altro foglio di carta forno, appoggiatelo sul piano di lavoro e cospargetelo con dello zucchero semolato. Estraete il biscuit e rovesciatelo su questo foglio. Staccate quello di cottura, dopo qualche minuto e avvolgete il rotolo assieme alla carta. Lasciate raffreddare, srotolate e farcite a piacere.
Per farcire
Panna montata e frutti rossi
200 g di panna da montare
2 cucchiai di zucchero semolato
1 cestino di frutti rossi a piacere
30 g di mascarpone(3 cucchiai)
Montate  panna e mascarpone con lo zucchero e  aggiungete i frutti rossi. Srotolate il biscuit e farcitelo. Arrotolate nuovamente. Tenete in frigorifero ben avvolto in pellicola per alimenti o con la stessa carta forno.

Per assemblare
Tagliate le estremità in obliquo, e le accostiamo a formare il tronco, non preoccupiamoci di attaccarle; tutto verrà coperto con la ganache.

tronchetto da assemblare

Per rivestire
da preparare almeno 12 ore prima
Mousse chantilly al cioccolato fondente
320 g di cioccolato fondente al 70%
400 g di panna montata( montata a spuma, non soda)
200 g di panna liquida
Spezzettate il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria o nel microonde( circa 80 sec a pos 500 W). Montate la panna e mettetela in frigorifero. In una casseruola scaldate la panna liquida. Versate circa 1/3 della panna calda sul cioccolato fuso. Con una spatola di silicone, mescolate facendo dei cerchi per ottenere un agglomerato elastico e lucido. A questo punto incorporate un altro terzo del composto e mescolate nello stesso modo; poi incorporate l’ultimo terzo seguendo sempre lo stesso metodo. Aggiungete la panna montata(il composto cioccolato panna non deve essere freddo), e  mescolate delicatamente. Mettete in frigorifero per 12 ore.
Stenderete il composto con una forchetta, o con una spatola. Scegliete il modo che più gradite e che, verosimilmente, assomigli alla corteccia di un albero, poi procedete alla decorazione finale.

Rotolonero, anche detto il tronchetto difficile…

rotolo difficile

E’più difficile da arrotolare, ma ne vale la pena : è il must di tutte le delizie di Natale . Da provare, anche se è facile perdersi d’animo, perchè si rompe nell’arrotolarlo. Niente paura: questo è un dolce che prima di essere bello è buono. Nasce senza un briciolo di farina, praticamente si regge sulla struttura formata da uova e cioccolato, io ho aggiunto due cucchiai di cacao. Se però volete provare al massimo il “ brivido da arrotolamento”, toglieteli pure.
Per il rotolo
175 g di cioccolato
125+50 g di zucchero
5 tuorli
5 albumi+1 pizzico di sale
2 cucchiai di cacao setacciati
Montiate i tuorli con 125 g di zucchero fino a renderli bianchi e spumosi. Poi aggiungete la cioccolata fusa e tiepida a filo, sempre sbattendo. Tenete da parte. Montate a neve gli albumi con lo zucchero rimanente e il sale, poi aggiungeteli al composto di tuorli alternandoli al cacao setacciato, con un bel movimento dall’alto in basso. Versate dentro una teglia grande, che avrete imburrato e coperto di carta forno e livellate.  Cuocete a 180°C per 20 minuti(placca del forno a metà). Nel frattempo preparate un altro foglio di carta forno su un piano e lo cospargete con zucchero a velo. Cotto il biscotto lo estraete dal forno. Lo rovesciate sul foglio cosparso, togliete con delicatezza il foglio di cottura e arrotolate assieme al foglio con lo zucchero a velo. Lasciate riposare per 10 minuti e nel frattempo preparate la farcitura.

Consiglio di farcirlo con panna e amarene sciroppate, come la SCHWARZWALDER KIRSCHTORTE(non è uno scioglilingua, significa torta di ciliegie della foresta nera).
Per farcire 200 g di panna
3 cucchiai di zucchero semolato
3 cucchiai di mascarpone
100 g di amarene sciroppate ben sgocciolate
2 cucchiai rasi di kirsh-facoltativi
Montate assieme panna mascarpone e zucchero e unite le amarene, ben sgocciolate. Srotolate il biscuit e farcite. Chiudete il rotolo e mettetelo in frigorifero. Al momento di servire tagliate con un coltello a sega le due estremità( possiamo darle a chi si trova nei paraggi) e decorate a piacere.

Buona giornata!