Risotto con riduzione di birra scura

Ci sono gli amici. E poi ci sono  gli “amici della birra”, quelli che le regalano un significato che va al di là del semplice buon bere.  E sicuramente è stato uno tra questi colui il quale ha scritto, su un muro sgraffignato che da Gussago porta verso la Mandolossa: Dio ci salva anche un po’ la birra però.  Tutto vero. Non fotografato, ma vero; e chi abitasse da quelle parti può testimoniare.  Il nostro amico della birra diffonde un chiaro messaggio: non è che Dio può sempre stare lì a controllarti, per cui ci ha regalato tutte quelle buone cose che possono sostituirlo nel momento topico. Proprio come la mamma, quando dice al suo bimbetto: gioca un po’ per conto con i tuoi giochi, adesso, che ho da fare.
Per quanto mi riguarda devo ad un “amico della birra” la mia prima e unica “storta”. Non potei lasciare nulla di scritto sui muri, soprattutto perché mi trovavo su un lungo pontile. Nemmeno ricordo se ho scritto “t’amo” sulla sabbia, in ogni caso non ci sono testimoni.  Non fu una storta seguita da visioni mistico-estatiche o boutade  ma, piuttosto, piena di nostalgia. Se in birra veritas è probabile che stessi vivendo tristezze. Ad ogni buon conto l’amico della birra, la gioventù, il mare, seppero consolarmi.

Devo a un vero amico la ricetta di questo risotto, che mi farebbe venir voglia di prolungare la scritta di Gussago, se non fosse che non scrivo sui muri. Buona preparazione!

risotto con riduzione di birra scura
Per 2 persone

Riduzione di birra scura:
3 dl di birra, 1 cucchiaio raso di zucchero muscovado, 1 buona presa di sale.
Unire sale e zucchero alla birra scura, porre sul fuoco e lasciare ridurre fino ad ottenere una consistenza sciropposa.
Risotto: 120 g di riso vialone nano, 3 dl di birra scura, acqua , grani di pepe nero, 1/2 verza piccola, 1/ peperone giallo, 30 g di burro 30 g di grana, 1 cucchiaio di cipolla tritata sottile, brodo vegetale , 80 g di toma.
Lavare la verza e tagliarla sottile. Lavare il peperone, togliere semi e parti bianche, tagliarlo a falde poi a quadrotti. In una casseruola mettere a soffriggere cipolla, peperone e verza in 4 cucchiai di olio d’oliva e proseguire per almeno 3 minuti. Nel frattempo portare a bollore il brodo. Pulire la scorza della toma con carta da cucina e tagliarla a cubetti.
Unire il riso alla verdure tostare e sfumare con poco vino bianco molto secco. versare poi il brodo, ben caldo, poco alla volta. Portare a cottura e regolare di sale. Fuori dal fuoco unire il burro, la toma e il grana. Mantecare e dimenticare per 2 minuti. Servire ben caldo con la riduzione di birra scura.
A tutti gli amici della birra e del risotto una buona e calda giornata!
 
 

 

Annunci

Peperone ripieno per l’Estate

 

peperoni ripieni

 

Ingredienti per 2 persone: 1 peperone rosso o mezzo peperone rosso e mezzo peperone giallo, 100 g di tonno in scatola, 100 g di mollica (meglio se integrale), un pizzico di sale, 2 cucchiai di capperi sotto aceto non sciacquati, aglio e prezzemolo (facoltativi), 2 cucchiai di grana grattugiato, olive nere, 2 dl di brodo vegetale.

Occorrenti: ciotola, coltello tagliere, forchetta, schiumarola, pentola o casseruola, carta da cucina, pirofila

Tempo di preparazione: 50 minuti

Fate in modo che la verdura diventi un capiente contenitore. Quindi lavate i peperoni e tagliateli a metà. Privateli dei semi e dei filamenti bianchi. Non togliete il picciolo perché è molto decorativo. Io l’ho tolto: errore.
Lessate i mezzi peperoni in acqua bollente leggermente salata per 5 minuti, poi scolateli con una schiumarola e poneteli su carta da cucina. In una ciotola mettete la mollica e bagnatela con il brodo caldo. Con l’aiuto di una forchetta amalgamate molto bene. Unite gli altri ingredienti: il grana il tonno i capperi e le olive tagliate a rondelle, mescolate e regolate di sale. Riempite i peperoni nell’incavo e sistemateli in una pirofila. Irrorateli con poco olio. Cuocete in forno a 180°C per 35 minuti. Se desiderate potete fondere del formaggio tipo edamer o fontina mettendolo sul ripieno 5 minuti prima di togliere i peperoni dal forno. Accompagnateli con un’insalata fresca e: buona cena d’Estate.

 

 

Le pranzo-idee della domenica: riso Basmati in insalata mediterranea

riso basmati in insalata mediterranea

 

Questa è un’idea veloce adatta per il pranzo a casa o per il picnic. Il bianco quasi cangiante del riso basmati  si abbina  ai colori solari delle verdure mediterranee e il suo profumo, che ricorda quello del legno di sandalo, è in sintonia con l’origano e il peperoncino.

Per 4 persone

Ingredienti: 220 g di riso basmati, 1 falda di peperone giallo 1 falda di peperone rosso, 1 zucchina media, 1 cucchiaio di capperi sottaceto, olive verdi o nere denocciolate, 200 g di filetto di sgombro sott’olio, 1 melanzana violetta, 2 piccoli pomodori san Marzano, olio di oliva, peperoncino in polvere, origano, poco succo di limone o aceto bianco
Occorrenti: pentola, colino, carta da forno, coltello, tagliere, padella ciotola
Tempo di preparazione: 30 minuti
Costo del piatto: medio

Lessate il riso basmati per non più di 9 minuti in acqua ben salata, scolatelo e raffreddatelo sotto acqua corrente; distribuitelo su un foglio di carta da forno e lasciatelo asciugare. Nel frattempo lavate e preparate le verdure: private i peperoni del bianco e dei semi, dividete la melanzana a metà e scavatela ad un centimetro dal bordo, spuntate la zucchina. Tagliate la zucchina a rondelle, la melanzana e il peperone a cubetti e i pomodori molto sottili. Scaldate poco olio di oliva nella padella e saltate brevemente la zucchina, i peperoni e le melanzane fino ad ammorbidirli; regolate di sale, spolverate con poco peperoncino e tenete da parte.
In una ciotola capiente versate i riso, conditelo con olio di oliva e il limone o l’aceto. Aggiungete i capperi, i filetto di sgombro ben sgocciolati, le olive e date una prima mescolata. Unite poi le verdure cotte, i pomodori e spolverate con abbondante origano.
Accompagnate l’insalata di basmati con uova sode e lattughino.

Le pranzo idee del Lunedì: raccomando di non abbondare ma, se dovesse avanzare, l’insalata di riso è molto buona anche il giorno dopo. Saranno invece rimaste le verdure: melanzana, peperoni, zucchine e pomodori. Improvvisate una ratatouille e servitela sul pane tostato.

Buona domenica a tutti!

Il farro si risotta per fantasia

Risottare è una parola da risotto, lo dice la parola stessa. Ugualmente si potrebbe dire per arrostire che sta per l’arrosto, o amoreggiare che sta per l’amore, o “vacanzare” che sta per la vacanza. No. In verità vacanzare non esiste; tuttavia potrebbe, da ora. Ma non si parla di parole e di vacanze, così nemmeno d’amore: si parla di risotto e del risottare.
Dapprima si risottava il risotto, poi venne chi iniziò a risottare la pasta. In pratica la pasta subiva, passatemi il termine, la cottura con brodi e intingoli aggiunti un po’ per volta. Alla fine la pasta era buonissima e cremosa. Quindi, se il risotto si risottava per tradizione, la pasta si risottava per moda.
E il farro? Perché si risotta il farro?  Il farro si risotta: per fantasia. Perché la fantasia in cucina è come l’amore nel cuore: necessaria.
Se poi, alla fantasia del risottare  uniamo i colori delle verdure, nessuno potrà resisterci, nemmeno il carnivoro più indomabile. Provate per credere.

farroFarro risottato con verdure piccantine  

Per 4 persone

Occorrenti: risottiera Frabosk o 2 casseruole, coltello, spelucchino, tagliere, colapasta
Ingredienti per il farro risottato: 320 g di farro, 1 cucchiaio di cipolla tritata, 4 cucchiai di olio di oliva, 1/2 bicchiere di vino bianco, brodo vegetale caldissimo, 30 g di burro, 60 g di grana
Ingredienti per le verdure piccantine: uno spicchio di aglio schiacciato, 1/2 peperoncino fresco, 1 melanzana, 2 carote, 1 zucchina, 1 pomodoro, 1 peperone verde, 1 peperone giallo, un pizzico di zucchero, sale
Tempo di preparazione: 40 minuti
Grado di difficoltà: medio

Lavate le verdure e preparatele: sbucciate l’aglio e schiacciatelo; spuntate le zucchine, spuntate le carote e sbucciatele. Tagliare la melanzana a metà, svuotarla della polpa, lasciandone un centimetro dalla buccia (userete la parte polposa per altre preparazioni). Tagliate a metà i peperoni, privarli della parte interna e togliere sotto l’acqua i semi rimanenti.  Tagliate la melanzana e i peperoni a piccole falde; tagliare le carote, le zucchine e il pomodoro a cubetti. In una larga padella scaldate l’olio, l’aglio e il peperoncino, unire le carote e insaporite per 2 minuti. Unite di seguito i peperoni e le melanzane, mescolate; aggiungete le verdure rimanenti e portate a cottura fino a che le verdure non si saranno ammorbidite, pur rimanendo colorate e croccanti, unendo del brodo vegetale se si asciugassero. Zuccherare, regolate di sale, mescolate, togliete l’aglio e il peperoncino e tenete da parte.
Pe il farro: se usate la risottiera Frabosk, rosolate il farro nel cestello in olio e cipolla, come fareste per un risotto (l’acqua nella pentola caldaia deve essere a bollore vivace). Unite il vino bianco, mescolate e versate 3 bicchieri e mezzo di brodo  caldissimo, coprite e portare a cottura per 30 minuti. Alla fine togliere dal fuoco e mantecate con 30 g di burro e 60 g di grana grattugiato. Servire con le verdure sistemate al centro del piatto.
Se usate la casseruola, procedete come è spiegato sopra, aggiungendo il brodo caldissimo un po’ per volta.

Mantecare: mescolare gli ingredienti fino a renderli cremosi

Buon fine settimana!

 

Tempo d’Estate, tempo di “insalsate”

Guarda che hai scritto male…
no, non ho scritto male: l’insalsata è un insalata con salsa”.

Se le prove dei costumi ci lasciano un po’ tutti delusi e anche lo specchio pare non essere particolarmente contento di rimandarci, adottiamo qualche strategia in più per saziarci senza nutrirci troppo. L’ insalata accompagnata da una salsa fresca e saporita(insalsata) appaga anche gli appetiti più ancestrali, abbassa le calorie, soddisfa il gusto e ci fa “belli”.

Salsa al peperone

Ideale per il pinzimonio o con formaggi tipo quartirolo bresciano, primosale, crescenza, mozzarella di bufala. Vitaminica e antiossidante per la presenza della frutta secca e delle verdure ad alto contenuto di betacarotene e vitamina C.

Per 4 persone

occorrenti: casseruola, frullino a immersione

cottura 20 minuti

preparazione 20 minuti

calorie 7 per cucchiaio

Ingredienti

2 peperoni gialli o rossi, 1 cipolla bianca, 2 spicchi di aglio, un mazzetto di basilico, 1 peperoncino fresco piccolo, olio extravergine di oliva, 1 cucchiaio di aceto balsamico, 1 cucchiaio di succo di limone, sale e pepe

Tagliamo i peperoni a dadini, la cipolla a rondelle, tritiamo aglio e  e il peperoncino rosso, aggiungiamo una presa di sale e del pepe. Mettiamo tutto in una pentola e cuociamo coperto per 20 minuti a fuoco basso, aggiungendo 3 cucchiai di acqua. Sistemiamo le verdure scegliendo tra: sedano bianco, carote, indivia belga pomodori, peperoni , cetrioli, finocchi, le mettiamo in una ciotola e le serviamo con la salsa a parte, cosparsa di basilico.

pinzimonio

Maionese leggera

Il tuorlo rende questa salsa cremosa e perfetta per le verdure a foglia lessate. Superfluo ricordare che il tuorlo d’uovo è un alimento altamente proteico e saziante, particolarmente adatto nei regimi dietetici.

per 4 persone

occorrenti: ciotola, forchetta

tempo di preparazione 20 minuti

cottura delle verdure 10 minuti

calorie 30 per cucchaio

Ingredienti

3 tuorli d’uovo sodi, 3 cucchiai di olio di oliva,1 cucchiaino di aceto bianco, 1 cucchiaino di succo di limone, 2 cucchiai di yogurt magro, 1 punta di cucchiaino di zucchero di canna, erbe aromatiche miste(timo maggiorana)erba cipollina, prezzemolo peperoncino.

Schiacciamo i tuorli con una forchetta, con il succo di limone, l’aceto, il sale e il pepe. Aggiungiamo lo yogurt lo zucchero e misceliamo. Uniamo quindi le erbe aromatiche tritate. Serviamo la salsa su un misto di verdure verdi cotte tiepide, scegliendo tra catalogna, fagiolini, cipolle cipollotti, barba di frate.

Tzatziki  al cetriolo e prezzemolo

Questa è la salsa perfetta per le insalatone che contengono oltre alla verdura  anche carne bianche o pesce. Lo yogurt aiuta la digestione e contiene calcio e proteine, inoltre e permesso anche a coloro che sono intolleranti al lattosio.

per 4 persone

occorrenti: frullatore a immersione

tempo di preparazione 15 minuti

calorie 8 per cucchiaio

Ingredienti: 200 g di yogurt magro, 2 spicchi di aglio, 1 cetriolo, 1 cucchiaio di grana, prezzemolo, pepe

Sbucciamo l’aglio e il cetriolo e li frulliamo con il pepe e il grana; aggiungiamo lo yogurt e mescoliamo con cura. Aromatizziamo la salsa con prezzemolo tritato e mettiamo in frigorifero fino al momento di servire. Condiamo mescolando molto bene. Ideale per accompagnare un insalatona mista con pollo e noci tritate.

insalata di pollo 2

Buona giornata!